Case storiche e meridiane

Nel Borgo Vecchio di Bardonecchia sono presenti diverse case storiche che sono state abitate da importanti famiglie del luogo. Alcune di queste abitazioni, sulle facciate esposte a sud, presentano delle antiche meridiane. Al di là della loro funzione di orologi solari, sono interessanti testimonianze di quell’arte minore che è stata la pittura muraria. I quadranti erano finemente dipinti e presentavano un motto di tipo morale, che spesso incoraggiava alla preghiera ed al lavoro.

La realizzazione di una meridiana sulle case delle famiglie di rango era una manifestazione di prestigio; infatti, solo le famiglie più abbienti potevano commissionare lavori di tipo pittorico agli artisti itineranti tra Ottocento e Novecento.​

Chiesa Parrocchiale di S.Ippolito a Bardonecchia

Casa Allemand

Situata in Via Giolitti, Casa Allemand conserva sulla facciata principale una bifora con colonnina centrale in marmo ed un’antica meridiana, con il motto “coelum regula mea”: il Cielo è la mia regola.

Casa Ambrois

In via Herbarel si trova un vecchio edificio sulla cui facciata è presente una meridiana che riporta l’iscrizione, in parte sbiadita, “Vulnerant omnes, ultima necat”: tutte le ore feriscono, l’ultima uccide.

Casa Clovis Ambrois

In Via Pasubio su una bella baita recentemente restaurata si scorge dietro la balconata in legno una meridiana riccamente decorata “labor si sole patet”: se c’è il sole, c’è lavoro.

Casa Brunet

In Via Des Geneys si trova Casa Brunet: particolarmente interessante è l’imponente arcata in pietra del ‘700, sormontata da una pigna, che simboleggia la fertilità.

Casa Barneaud (Cappella di Sant’Ippolito)

In Via Tre Croci vicino la canonica è presente un edificio, ora trasformato in abitazione, che fu utilizzato quale chiesa parrocchiale per 23 anni, da quando, nel 1806, la chiesa principale crollò parzialmente, fino a quando nel 1833, venne consacrata la nuova chiesa. Si trattava, allora, della sede della confraternita di Sant’Ippolito, antica istituzione con scopi religiosi e sociali. Il passato di quest’edificio è confermato dalla presenza di una croce, ben visibile sul culmine del tetto.

Casa Pellerin

In Via Fiume si trova casa Pellerin; degno di nota l’arcata del portone in pietra carniola su cui è incisa la data 1555, in cifre gotiche; la balconata in ferro battuto di buona fattura e l’antica meridiana, che riporta la frase “Ombra son del sole figlia”.